Vi dico perché con Sarri “il maestro di calcio” non si va da nessuna parte

Gli scudetti si vincono con duttilità, cambi in corsa, capacità di utilizzare tutti gli uomini a disposizione e di colpire gli avversari nei punti deboli. Non con il culto per una formazione ideale immodificabile e la devozione per il bel gioco

di Antonio Esposito

Caro Sarri, sei stato tu a distruggere Gabbiadini. Bearzot, e Pablito, non ti hanno insegnato nulla

A Manolo serviva fiducia. L’allenatore lo ha bocciato a priori, quest’estate. Poi lo ha maltrattato anziché scommettere tutto su di lui. Se nell’82 il Vecio avesse fatto la stessa cosa con Rossi ci saremmo persi il Mundial più bello della storia

di Antonio Esposito

Ma perché di fronte a un Napoli così bello pensiamo solo al calciomercato?

Abbiamo la squadra che gioca il calcio migliore visto in serie A negli ultimi vent’anni (se la batte col Milan di Ancelotti). Eppure tutta la nostra attenzione è rapita dalle frasi di De Laurentiis che non trovano riscontro nella campagna acquisti…

di Alessio Capone