Il ballo proibito di Maradona con Heather Parisi

Prima puntata di "Sextra Napoli": la storia azzurra a tinte rosa
  • google

    di Francesco Albanese

    Diciamolo francamente questo sito il romanticismo ce l'ha nel dna. Non è forse l'amore il sentimento che ci avvinghia al Napoli? La passione di una vita? La squadra del cuore, si sa, è una compagna inseparabile. Continuerai ad amarla nonostante i ripetuti tradimenti. Fatta questa premessa, a metà tra Nick Hornby e Maria De Filippi, introduciamo allora una rubrica che non poteva mancare, almeno a nostro giudizio: Sextra Napoli.

    Sesso e passione vanno di pari passo, appare opportuno allora soffermarsi su tutti quei momenti della nostra vita di tifosi in cui l'azzurro si è tinto di rosa, in una mescolanza di colori che ha reso ancora più incandescente il nostro essere amanti del Ciuccio. Di che cosa sto parlando? Esiste qualcuno tra voi che non si sia identificato nel celebre dialogo tra Massimo Troisi e Giuliana De Sio in “Scusate il ritardo”? http://youtu.be/O09VtE3Rw2A Quel gol col Cesena resta scolpito nella memoria collettiva di un popolo intero. La sequenza ha cristallizzato un momento vissuto da ciascuno di noi, chissà dove, chissà quando, ma l'abbiamo vissuto. Sextra Napoli quegli attimi li vuole far rivivere grazie ai nostri e vostri ricordi (scriveteci a extranapoli@gmail.com e pubblicheremo le storie più appassionate), ma vogliamo andare anche oltre. Le vicende sentimentali dal 1926 ad oggi hanno avuto un peso determinante anche nei successi (pochi) e nei fallimenti (numerosi) della squadra. Senza andare troppo indietro con la memoria vi devo rammentare che effetti ha prodotto sul campionato scorso la crisi coniugale di Cavani con tanto d'invaghimento per la celebre cassiera?

    In questa chiave una prima citazione doverosa la merita la love story, perchè di questo si trattò, tra Diego e Heather Parisi. Chi ha meno di trent'anni forse non coglie appieno cosa significò quell'unione nel cuore degli anni '80 in Italia. Spiegare chi fosse Maradona è operazione superflua, Heather Parisi (Los Angeles, 27 gennaio 1960) semplicemente incarnava la donna dei sogni, a ripensarci oggi forse un po' troppo bassa. L'amavano tutti. I bambini adoravano i motivetti delle sue canzoni (Cicale, Disco Bambina...), gli adolescenti ne imitavano il senso di spensieratezza. Quanto ai maschi adulti...beh avete capito. Ma Heather piaceva pure al pubblico femminile, era la figlia che ce l'aveva fatta. Un'americana che aveva trovato l'America in Italia. Per Diego poi era proprio perfetta. Gli calzava a pennello. Quelli non erano ancora gli anni dei Che Guevara tatuati e dei pomeriggi passati ora con Fidel Castro ora con Chavez. Anche Diego ebbe una fase reaganiana, condita da champagne, Ferrari e coca (ahimè) che deflagrò grazie a quella coetanea tutto pepe dai capelli biondi e dagli occhi celesti. Fu vero amore? Lo fu. Magari un po' spericolato. A differenza però di tutte le altre avventure rischiò davvero di porre fine al matrimonio con Claudia, più della stessa relazione che ebbe con la Sinagra da cui nacque Diego Armando Maradona jr.

    Ps nel video qui in basso al minuto 2'27'' il primo fatale incontro tra Diego e Heather in diretta durante lo show del sabato sera “Fantastico” su Rai Uno, condotto da Pippo Baudo (dicembre 1984).

    Condividi questo post